Fantasie d’apertura

Tre gradi sotto zero a mezzogiorno, neve ovunque, 21 giorni all’apertura della stagione.

E’ arrivato l’inverno pesante proprio quando pensavamo di averla scampata. Da qualche sera faccio sempre qualche mosca prima di andare a dormire, provando a immaginare quale imitazione potrebbe ingolosire i pinnuti l’ultima domenica di febbraio.

Queste le ultime sfornate.

sommerse
sommerse

Chiaro che poi sul posto di pesca può cambiare tutto: alla prima bollata, un moschina in cdc in punta alla Sakakibara special non gliela toglie nessuno 🙂

A meno delle variazioni cromatiche del materiale con cui è fatto il corpo, le mosche sono tutte uguali, stesso pattern. Fisso la codina, quando c’è, in  piume di gallo o di pernice, un sottilissimo filo di rame, corpo, qualche giro di pavone, hackles di pernice o gallina, testa e nodo di chiusura.

La mosca col corpo in fagiano è quella su cui bollerei, molto imitativo e naturale, ribbato col rame ed abbinano al pavone, assume quella vivacità cromatica che unita al movimento delle morbide hackles  potrebbe fare la differenza.

pheasant tail
pheasant tail

Le altre sono con il corpo in dubbing di orecchio di lepre, verde e beige.

grhe

Insomma ho rispolverato i classici della pesca a mosca inglese, Pheasant tail e Grhe, senza piombo o bead heads, e con i collarini piumati.

Saranno loro, mosse della Sakakibara Special, a regalarmi la prima fario del 2012?

Annunci

2 pensieri su “Fantasie d’apertura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...